Come creare un A/B test su Facebook

Ormai lo sanno anche i muri: TESTARE è l’abc di ogni campagna di marketing. Anche sui social è molto importante continuare a testare le proprie inserzioni, per trovare la combinazione migliore. 

Facebook ci viene soccorso, aiutandoci a testare le nostre campagne con l’A/B test. 

Cos’è l’A/B test e come funziona? 



Questo test ti permette di lanciare due inserzioni, quasi identiche, differenziate da un elemento (che può essere l’immagine, il copy ecc.). In base ai risultati ottenuti dalle due inserzioni possiamo stabilire quale delle varianti funzioni meglio e così andare ad investire il budget su una campagna che sappiamo già essere ottimizzata. 

In sostanza possiamo fare dei test su piccola scala, investendo una parte del budget, per poi avere la certezza di lanciare una campagna che funziona!

Quali elementi possiamo testare?

  • Posizionamento CTA (call to action)

Se vuoi che gli utenti compiano un’azione, ad esempio cliccando su un link è importante capire dove sia meglio posizionarla all’interno del post. Meglio un link all’inizio del copy o alla fine. L’unica risposta è testare

  • Lunghezza del post 

Sul cellulare, Facebook farà visualizzare soltanto 140 caratteri prima che appaia la scritta “Continua a leggere”. Alcuni potrebbero pensare che il testo è troppo lungo da leggere e scorrere il tuo post, altri invece pensare che le informazioni non bastano.  Non esiste una lunghezza giusta o sbagliata, dipende dal tipo di pubblico a cui ti rivolgi e dal tema che tratti. 

  • Immagine

Si sà che l’immagine è ciò che per primo attira l’attenzione dell’utente mentre scorre il feed di Facebook. Scegliere l’immagine giusta che colpisca nel segno è quindi cruciale. Prepara un paio di varianti e testale per sapere ciò che funziona meglio per la tua campagna.

  • Lunghezza del video 

Il tuo pubblico risponde meglio a un video di 6 secondi o a un video di 15 secondi? Che ne dici di un video di 30 secondi? Se stai misurando il tasso di completamento del video o la percentuale di clic allora è importante capire quale formato funziona meglio.

  • Posizionamento

Facebook ti da la possibilità di testare il posizionamento del tuo annuncio, cioè il luogo (all’interno di Facebook) dove il tuo annuncio sarà mostrato. I tuoi utenti scorrono di più la bacheca o sono invece più interessati alle stories di facebook? scoprilo testando!

  • Pubblico 

Forse l’elemento più importante da testare. Costruire la propria audience su Facebook è difficile, perché le variabili sono molte. Per alcune inserzioni può funzionare meglio un pubblico con molti criteri di restrizione e per altre un pubblico più generico. Per altri ancora un pubblico costruito sulla base delle iterazioni al sito e così via. Testare è l’unica strada per trovare ciò che funziona per te.



Qualche consiglio per le tue campagne A/B test

Budget: tieni d’occhio le tue inserzioni e fai in modo che i tuoi test abbiano lo stesso budget così da essere attendibili

Pubblico troppo ristretto: un’altro elemento che potrebbe distorcere i tuoi risultati è il pubblico. Assicurati di non avere pubblici troppo selettivi e ristretti perché l’algoritmo di facebook potrebbe penalizzarti. 

Non smettere mai di testare: Facebook continua ad evolversi, cambiano le policy, cambiano i pubblici e cambia l’interesse del tuo target. Non esiste quindi la campagna perfetta perché si può e si deve sempre migliorare continuando a testare!



In pratica…Come creare una campagna di A/B test


  • Crea la tua inserzione principale (A)



Per iniziare a creare un A/B test si parte dalla versione principale cioè la versione A della campagna. 

Come hai sempre fatto fino a questo momento dovrai andare a definire i seguenti elementi: 

  • Copy dell’inserzione
  • Immagine
  • pubblico target
  • Call to action



  • Definisci quale elemento testare



Una volta ideata la tua campagna principale, dovrai pensare a quale elemento testare

È importante non farsi prendere dall’entusiasmo e ricordare di modificare solamente un singolo elemento rispetto alla campagna A. Questo perché se vengono modificati più elementi poi è difficile capire quali di questi abbia effettivamente fatto migliorare o peggiorare le prestazioni e il test non è più attendibile. 

Se ad esempio modifichiamo l’immagine, ma anche il pubblico e la campagna inizia ad avere prestazioni migliori, cosa avrà funzionato?  

  • Crea la tua inserzione (B) 



Una volta definito quale elemento testare è il momento di creare l’inserzione B. 

  • Passiamo all’azione: Crea la tua campagna su Business magager.
  • Seleziona l’obiettivo della tua campagna



Il punto di partenza è sempre selezionare l’obiettivo della tua campagna. Fai attenzione a non confonderlo con l’elemento da testare! 


L’obiettivo infatti è il fine ultimo per cui la campagna viene studiata. Facciamo un esempio, l’inserzione ha lo scopo di portare traffico al sito web, di conseguenza l’obiettivo da selezionare sarà proprio traffico. Al contrario se vogliamo che il post diventi semplicemente virale, e riceva like e commenti allora andremo a selezionare “interazione”. 

È importantissimo capire bene questa differenza e andare a selezionare l’obiettivo giusto perché è proprio lui che ci dirà se la nostra campagna funziona oppure no. 


  • Spunta l’opzione “crea un test A/B”



Per iniziare a dare vita alla tua campagna è sufficiente creare una normale inserzione in Business Manager e selezionare la spunta A/B test. 




In questo modo Facebook ci darà la possibilità di decidere quale elemento testare nella nostra campagna. 

  • Crea le due inserzioni 



Dopo aver effettuato la selezione, verrai rimandato alla consueta schermata per la creazione dell’inserzione. 

La differenza con una normale campagna è che dovrai farne due. Come vedrai a lato infatti Facebook ti propone la creazione della campagna A e B.

  • Analizza i risultati



Una volta creata la campagna non resta che raccogliere i frutti del tuo lavoro e analizzare i risultati. 

Lo scopo per cui creare un A/B test come abbiamo ripetuto finora è proprio analizzare quale variante funziona meglio. Come si fa? 

All’inizio abbiamo chiarito l’importanza di definire l’obiettivo della campagna ad esempio traffico, interazione ecc. Ecco la risposta. 

La campagna che ha prodotto più risultati in termini di interazioni o di traffico è quella che funziona meglio. 

Facciamo un esempio. Vogliamo promuovere il nuovo articolo sul nostro blog e capire se funziona meglio una campagna con un copy che anticipa l’argomento del blog, oppure un copy che contiene solo il titolo. 

Per prima cosa selezioniamo l’obiettivo traffico, costruiamo le campagne A e B, e andiamo a vedere i risultati. 

A parità di budget la campagna A ha avuto 15 click sul link in più rispetto alla campagna B. A questo punto possiamo dire che per il pubblico utilizzato è meglio inserire nel copy l’anticipazione dell’articolo postato sul blog!

A questo punto sai tutto quello che c’è da sapere per iniziare a creare i tuoi A/B test. Scopri cosa funziona meglio e inizia a creare campagne vincenti!

Come creare un A/B test su Facebook

Scarica la versione stampabile

Stanco di scorrere? Scarica una versione PDF per una più semplice lettura offline e condivisione con i colleghi.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE