Come impostare una strategia di “shopping virtuale”.

I clienti passeggiano, vedono il tuo negozio, entrano e acquistano. È uno schema che vale per la tua attività? Allora è arrivato il momento di cambiare. In fretta.

L’emergenza Covid-19 ha rivoluzionato molti aspetti della nostra vita. Una delle attività che è cambiata radicalmente, e probabilmente non tornerà mai come prima, è il modo di fare shopping in negozio.

Come reagire a questo “new normal”? Quali strategie mettere in campo per non farsi trovare impreparati al momento della ripartenza? In questo articolo esaminiamo come sfruttare gli annunci di Facebook per ideare nuove esperienze di acquisto per i tuoi clienti, effettivi e potenziali.

Cos’è la Lead Generation e perché iniziare a sfruttarla

Quando parliamo di Lead Generation ci riferiamo semplicemente alla raccolta di contatti; persone che, a fronte di una “ricompensa” ci lasciano il loro indirizzo email o numero di telefono per essere ricontattate.

In estrema sintesi: Lead = contatto di una persona

Sì, so che lo stai pensando: le persone non sono sempre disposte a lasciare i loro contatti a chiunque. Allora, come si raccolgono nuovi lead? Ecco che entra in gioco Facebook. 

Facebook offre la possibilità di costruire, in pochi semplici passi, campagne di Lead Generation, creando un modulo personalizzato da far compilare alle persone interessate. Potrai chiedere loro informazioni personali, email, indirizzo ecc. 

Attenzione, ecco un primo importante consiglio: ricorda sempre di chiedere poche informazioni, soprattutto si ti rivolgi a persone che non ti conoscono, altrimenti spaventerai i tuoi utenti. Inizieranno a chiedersi “Perché vuole sapere tutte queste cose? Ci sarà qualcosa di strano sotto?” e si allontaneranno.

Scegli quindi con grande attenzione le informazioni che chiedi all’inizio e ricordati che, nella primissima fase, ti basta raccogliere un contatto. Poi, se sarai bravo e comunicherai in modo positivo con le persone, avrai tutto il tempo di raccogliere altre informazioni. 

Dopo questa premessa, entriamo nel vivo e vediamo come usare la lead generation per offrire nuove esperienze d’acquisto.

Come impostare annunci lead di Facebook per prenotare sessioni di shopping virtuali

# 1: Stabilisci la tua strategia di shopping virtuale

Le sessioni di shopping virtuali sono un ottimo modo per offrire ai tuoi clienti un’esperienza personalizzata senza doversi alzare dal divano, oppure per evitare code lunghissime fuori dai negozi (un’ipotesi tutt’altro che remota al momento della riapertura dopo il lockdown). 

Prima di iniziare a raccogliere i tuoi lead devi avere ben chiaro cosa vuoi che i tuoi utenti facciano. 

Se ad esempio vendi servizi, vorrai che l’utente prenoti un appuntamento con te per spiegargli tutte le caratteristiche di quello che offri, se invece sei un negozio che vende prodotti vorrai che i clienti prenotino una consulenza per scegliere il prodotto più adatto alle loro esigenze e magari recarsi in negozio solo per ritirarlo. 

In ogni caso, per programmare una sessione di shopping virtuale, la prima azione a cui puntare è chiedere al tuo cliente di prenotare una videochiamata o appuntamento virtuale con te. 

Scegli i tuoi strumenti 

Zoom, Google Hangouts, Skype questi sono solo alcuni dei software che puoi utilizzare per collegarti in diretta con i tuoi clienti.

In questo modo, rispetto al semplice acquisto online da uno store, avrai la possibilità di entrare in relazione con l’utente e costruire un rapporto di fiducia con lui. 

Come gestire le richieste?

Per evitare di scambiare messaggi o email con i tuoi clienti per concordare un orario che vada bene ad entrambi (e rischiare di “stancare” subito il tuo cliente) è fondamentale utilizzare un tool che ti semplifichi la gestione degli appuntamenti. 

Ce ne sono molti, noi utilizziamo Calendly, che è disponibile sia in piani gratuiti che a pagamento (a partire da $8/al mese).

Perché ci piace? Calendly mostrerà all’utente solo gli slot di tempo in cui sei disponibile e non sono occupati da altre prenotazioni. In questo modo l’utente potrà scegliere l’orario più comodo per la sua sessione di shopping, in pochi click e in totale autonomia!



Quando qualcuno prenota la sua sessione, Calendly ti invierà una notifica. Puoi inoltre impostare una serie di promemoria prima dell’appuntamento e anche una mail di follow-up cioè una mail post-appuntamento, in cui chiedere una recensione oppure offrire uno sconto per il prossimo acquisto. 

La parte più comoda di Calendly è che crea automaticamente un meeting virtuale su Google Meet o su Zoom, così non dovrai preoccuparti di inviare ai tuoi clienti l’ID Zoom della sala riunioni.

Semplice, no? Ora passiamo allo step 2.

# 2: imposta una campagna di lead generation di Facebook per raggiungere i tuoi clienti 

Dopo aver impostato gli strumenti fondamentali per gestire la tua sessione di shopping virtuale, è necessario… trovare i clienti! 

Facebook, se usato correttamente, su questo può darti una grossa mano. Ecco come.

Per impostare la tua campagna, inizia selezionando l’obiettivo della campagna Lead Generation.

Crea il tuo annuncio

Seleziona la tua pagina Facebook e dai il via alla tua creatività. 

Puoi selezionare una o più foto, oppure un video. Scegli un’immagine che rappresenti ciò che vuoi trasmettere, che susciti delle emozioni in chi la vede.

Ora è il momento di scegliere il tuo pubblico. 

Solitamente promuovi la tua attività ad un pubblico locale probabilmente. Ora puoi allargare i tuoi orizzonti e mostrare il tuo annuncio anche a chi si trova geograficamente distante da te… il digitale annulla i confini! 

In una prima fase, però, ti consigliamo di partire da un pubblico “di zona” perché il tuo brand sarà sicuramente più riconoscibile. 

Imposta la tua creatività annuncio principale

Qui puoi scegliere il tipo di annuncio che desideri pubblicare e il formato del modulo di generazione dei lead.

Dopo aver creato il tuo annuncio, sei pronto a progettare il modulo che il tuo lead compilerà quando cliccheranno sul pulsante del post.

Scorri la pagina verso il basso e fai clic su Nuovo modulo.

Inizia con un titolo che attiri l’attenzione. Per l’immagine, scegli la stessa che hai usato per l’annuncio. In questo modo l’utente sarà rassicurato e capirà di trovarsi nel posto giusto.

Successivamente, scegli le domande che vuoi porre all’utente. Ricorda che maggiore sarà il numero di domande e maggiore sarà anche il tasso di abbandono. Allo stesso tempo però saprai che ponendo più domande, la qualità dei tuoi lead è più alta perché si tratterà di persone molto motivate.

Successivamente, aggiungi l’informativa sulla privacy dell tuo sito web. Questo è essenziale: è necessario includere una politica sulla privacy per continuare. 

Infine, includi una schermata di ringraziamento personalizzata per il tuo lead. In questa pagina puoi anche includere informazioni utili all’utente o indirizzarlo sul tuo shop online per vedere i prodotti prima della consulenza.

Suggerimento: Aggiungi un ringraziamento personale, che esprima al meglio chi sei o il tuo brand. In questo modo inizierai a costruire una relazione di fiducia con l’utente.

# 3: Contatta i tuoi lead

Una volta che la tua campagna è online, potrai vedere i risultati in Gestione inserzioni. Nella colonna Risultati, vedrai quanti lead hai raccolto dai tuoi annunci.

Qui potrai esportare i contatti raccolti in un file CSV. 

È importante però cercare di contattare i tuoi lead in modo tempestivo. A questo scopo ti suggeriamo degli strumenti che possono automatizzare la raccolta di lead e collegarli direttamente al tuo CRM. 

Zapier, Leads Bridge, AdEspresso sono solo alcuni dei tool che permettono di fare queste integrazioni in modo del tutto automatizzato. 

Noi usiamo Zapier; è uno strumento potentissimo e facilissimo da utilizzare. 

Conclusione

Se hai un business che si basa esclusivamente sulla visita di clienti nel tuo punto vendita, ora sai come poter creare delle sessioni di shopping virtuale che ti possono far ripartire velocemente alla fine del lockdown.

Come impostare una strategia di “shopping virtuale”.

Scarica la versione stampabile

Stanco di scorrere? Scarica una versione PDF per una più semplice lettura offline e condivisione con i colleghi.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE