Come fare outbound marketing

Oggi parliamo di outbound marketing e di come questo possa essere utile per aumentare il traffico del tuo sito web.

Piccola premessa: cosa significa outbound marketing?

È un modo di fare pubblicità presentando i prodotti e i servizi di un’azienda a determinati consumatori, anche se questi non li stanno cercando.  Per questo viene chiamato anche “Interruption Marketing”, il marketing dell’interruzione, perché interrompe l’attenzione delle persone con qualcosa che potrebbe essere completamente fuori contesto rispetto a quello che stanno facendo o pensando.

L’obiettivo è quello di far arrivare il messaggio a un gran numero di potenziali clienti, con il fine di convincerli a diventare effettivamente nuovi clienti.

I canali principali utilizzati principalmente per questo tipo di marketing sono:

  • spot televisivi
  • spazi sui giornali
  • passaggi in radio
  • volantini pubblicitari
  • pop up che si aprono sul sito che state navigando
  • e-mail marketing a freddo
  • Spotify (ne avevamo già parlato nell’articolo Come avviare una campagna pubblicitaria su Spotify”)
  • TikTok, un nuovo social media che sta prendendo sempre più piede

Ti starai chiedendo: come faccio a sfruttarlo per il mio sito web? E soprattutto ha ancora senso “interrompere” il potenziale cliente con un messaggio fuori contesto?

Ho voluto raccogliere 6 tattiche efficaci che, se seguite passo passo, possono aumentare il traffico del tuo sito, vediamole qui di seguito:

  1. Collabora con gli influencer: conoscere e costruire delle relazioni con gli influencer è una delle tattiche più efficaci. Infatti, quando lavori con degli influencer di rilievo per il tuo pubblico, stai aumentando la visibilità della tua azienda facendola conoscere a moltissime persone e aumentando così il traffico verso il tuo sito web
  2. Punta sui commenti dei tuoi clienti: la pubblicazione di commenti dei tuoi clienti su siti autorevoli nel tuo settore è un ottimo modo per farti conoscere. Un altro importante beneficio di questo approccio è che porta ulteriore traffico al tuo sito.
  3. Correggi i link scaduti: scansiona siti web legati al tuo settore alla ricerca di link non funzionanti utilizzando uno strumento come Ahrefs Broken Links Checker. Ovviamente se un link non funziona, è meglio sostituirlo: può essere un’opportunità, quindi, inserire il link al tuo sito cambiando così quello mal funzionante
  4. Crea dei collegamenti a risorse pertinenti: può essere una qualsiasi risorsa, da un caso studio a uno strumento gratuito, da una checklist a una guida. Molto probabilmente hai già una di queste preziose risorse pronte per il tuo sito: prova allora a cercare e prendere spunto da siti che hanno pagine dedicate esclusivamente al collegamento a risorse pertinenti e cerca di replicarlo.
  5. Crea una comunità: creare una tua comunità nei tuoi social media è una buona opportunità per aumentare la tua audience, instaurare un rapporto di fiducia e portare traffico al tuo sito. Ad esempio, potresti creare un gruppo su Facebook dedicato al tuo settore di competenza o a un argomento rilevante.
  6. Contatta i media più interessanti: essere menzionati su siti di notizie pertinenti possono davvero spostare l’ago della bilancia per la tua azienda, ma per ottenerlo devi dare loro qualcosa di cui scrivere. I giornalisti amano le notizie uniche: trova quelli che scrivono di argomenti legati al tuo business e contattali.

Se vuoi approcciarti all’outbound marketing, inizia a seguire questi primi passi: le visite al tuo sito web aumenteranno nel giro di poco tempo!

Come fare outbound marketing

Scarica la versione stampabile

Stanco di scorrere? Scarica una versione PDF per una più semplice lettura offline e condivisione con i colleghi.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE