Natale a Belluno: eventi, social e automation

Fare promozione turistico culturale utilizzando la marketing automation si conferma una scelta vincente.

Si sa, promuovere gli eventi in una città non è mai facile: come raggiungere il pubblico giusto? Quali canali utilizzare? Come essere sicuri di avvisare il maggior numero di persone? 

Molte sono le soluzioni possibili: dalle pubblicità cartacee a quelle radiofoniche, dai manifesti alle vele e alle locandine. Molto spesso, però, i canali tradizionali non sono sufficienti a catturare l’attenzione e l’interesse di tante di persone. E allora perché non pensare a qualcosa di diverso?

Facendo tesoro dell’esperienza maturata nel 2018, anche lo scorso anno ci siamo occupati di elaborare una soluzione alternativa per la promozione turistico-culturale della città di Belluno, in particolare degli eventi organizzati durante il periodo natalizio.

Grazie a una strategia delineata in fase iniziale, abbiamo deciso di puntare su uno strumento nuovo e ancora mai utilizzato in questo ambito: un chatbot. 

Per comunicare tutti gli eventi nel momento giusto al pubblico giusto abbiamo scelto di utilizzare Facebook in due maniere differenti.
Da una parte puntando sul suo largo utilizzo e dall’altra sulla possibilità che questo social network permette di chattare con amici, con aziende e brand. Non solo: grazie a Facebook abbiamo avuto la possibilità di selezionare al meglio il target di riferimento a cui rivolgere il nostro messaggio e creare così una comunicazione diretta e accattivante. Ma nello specifico cosa abbiamo fatto? 

GLI STRUMENTI

Nella pagina Facebook Belluno Centro siamo andati a comunicare le iniziative con largo anticipo creando nel cittadino curiosità ed interesse. Al contempo abbiamo creato ed impostato un “esserino digitale” chiamato chatbot.

Ma che cos’è un chatbot?

Il chatbot è un’intelligenza artificiale in grado di intrattenere una conversazione con una persona reale attraverso un’app, un sms o il web. Installarlo su Facebook è semplice, basta associarlo a una pagina: il chatbot sarà così in grado di intercettare i messaggi che gli utenti inviano in privato e di rispondere in base a delle impostazioni predefinite.

Nel nostro caso, ad aiutarci nella comunicazione del Natale di Belluno il chatbot ha preso le sembianze di Belù, piccolo draghetto digitale che aveva già fatto breccia nei cuori della popolazione bellunese l’anno precedente e che quest’anno non vedeva l’ora di raccontare e consigliare il Natale carico di grandi sorprese.

Per tutto il mese di dicembre ha inviato quotidianamente dei messaggi su Facebook indicando gli eventi organizzati in città, dagli spettacoli a teatro agli aperitivi nei locali del centro, dallo shopping natalizio agli orari del pattinaggio su ghiaccio.  Ma non solo: gli utenti raggiunti potevano interagire con Belù in base agli interessi e alle preferenze, chiedendo informazioni più specifiche per ciascun evento. 

Gli effetti? Un forte coinvolgimento della cittadinanza, grazie alla condivisione di foto delle iniziative natalizie sui social e ad un altissimo numero di interazioni.

I RISULTATI
Come sicuramente sai abbiamo un debole per i numeri, ed ogni volta che mettiamo in campo un’attività non vediamo l’ora di misurarli. Ed ecco qui cosa siamo riusciti a generare con le due attività messe in campo per il Natale a Belluno del 2019.

Nell’attività di comunicazione della pagina di Belluno centro iniziando la promozione il 15 novembre ed ultimandola l’8 gennaio il numero di iscritti è aumentato del +17,3% (da 9.666 a 11.337 iscritti). Durante l’intero periodo di promozione abbiamo raggiunto 733.046 per un totale di 1.140.263 di visualizzazioni. Numeri roboanti, ma non significativi. Andiamo più nel dettaglio. 

Anche i dati del chatbot si sono rivelati interessanti. Belù dal 29 novembre al 6 gennaio ha raggiunto 23.256 persone aumentando così gli iscritti al servizio di messaggistica dagli 883 iscritti del 2018 ai 1731 iscritti nel 2019 per un totale di iscrizioni pari al 2044  +105,1% rispetto al Natale 2018.

Belù ha interagito ogni giorno con i cittadini e ha inviato 39 messaggi che hanno avuto un tasso di apertura media del 96.2%, con un notevole incremento delle interazioni rispetto al 2018 (9.756 contro le 3.456 del 2018: +182,3%).

Nel dettaglio, i messaggi del chatbot che hanno registrato più interazioni sono:

  • Menù 2.917
  • Eventi in piazza 1.382
  • Messaggio di benvenuto 1.366
  • Percorso dei sapori 1.019
  • Info sulla luna 962
  • Proiezioni su palazzi 601

Numeri importanti che confermano che una strategia di comunicazione ben strutturata e l’utilizzo di strumenti come il chatbot sono ottimi strumenti per la promozione delle attività turistico culturali di ogni singolo comune, soprattutto se si considerano il numero di interazioni e la percentuale di apertura dei messaggi. 

Grazie all’utilizzo di strumenti tipici della marketing automation abbiamo raggiunto il pubblico di riferimento con efficacia e, soprattutto, costanza durante tutto il periodo delle festività.

Il chatbot, quindi, conferma tutte le sue potenzialità e versatilità; rappresenta una soluzione che sta prendendo sempre più piede in diversi ambiti, dal customer care alla diffusione di offerte e promozioni, dal supporto nell’acquisto su e-Commerce all’attivazione di un servizio. 

Qual è la sua forza? L’autonomia e la presenza costante per offrire agli utenti aiuto e risposte.

E tu, hai già pensato come un chatbot potrebbe aiutarti nelle tue strategie di marketing?

Natale a Belluno: eventi, social e automation

Scarica la versione stampabile

Stanco di scorrere? Scarica una versione PDF per una più semplice lettura offline e condivisione con i colleghi.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE